News

Aikido, Stage dei Bambini a Tovo - Una giornata ricca per ragazzi ed istruttori!

 

Questa domenica, 7 Aprile 2019 il dojo Shin Ken di Tovo San Giacomo del Maestro Roberto Vidimari ha organizzato uno Stage di Aikido, censito per il secondo anno consecutivo tra i Raduni Certificati dell’Aikikai d’Italia, come uno dei pochissimi raduni dedicati esclusivamente ai Bambini.

 

Nato inizialmente come evento benefico nel 2012 per sopperire al furto di un obolo che era stato raccolto dalle scuole di Tovo in favore dell’Ospedale Pediatrico Giannina Gaslini, questo stage, adesso ufficiale, è giunto con grande energia alla sua 8^ edizione.

 

Lo Shin Ken, facente parte, (insieme all’Aiki dojo di Finale Ligure), della Sezione della Polisportiva del Finale ‘Scuola di Aikido di Finale Ligure e Tovo San Giacomo’ è un dojo che oseremmo definire quasi unico nel suo genere, in quanto nato, diversamente da quanto avviene usualmente, (l’Aikido è un’arte che in Italia viene rivolta ancora prevalentemente ad un pubblico adulto), dalla volontà del Maestro Vidimari di allenare i bambini (anche se il dojo prevede comunque da qualche tempo anche un corso per adulti), cosa che fa con passione e dedizione da oltre 30 anni: già istruttore di Karatè nei progetti scuola, infatti, Roberto insegna Aikido ai bambini in dojo e nelle scuole da circa un ventennio.

 

La mattina è iniziata, come da programma, con una mezzora di Kinorenma, pratica di meditazione, respirazione, concentrazione e rilassamento, proposta dal Maestro Vidimari ai bambini e ragazzi iscritti allo stage, ma aperta anche ai loro genitori o in generale ai loro accompagnatori interessati a partecipare.

 

Questo ha permesso di instaurare un clima rilassato, concentrato e piacevole nei bambini e nei ragazzi che hanno quindi partecipato in modo attento e costruttivo alla lezione di Aikido tenuta subito dopo dal Maestro.

 

Una seconda lezione è stata condotta dal Maestro nel primo pomeriggio ed a questa è poi seguito un piccolo Embukai, una dimostrazione aperta alle famiglie e a tutto il pubblico, che si è dimostrato divertito ed interessato alle proposte del Maestro, accolte con impegno dai ragazzi. Un momento tenero e ‘ricco’ di Aikido della dimostrazione è stato quello in cui il Maestro Vidimari ha fatto salire sul tatami i suoi allievi più giovani, dai 3 ai 5 anni, che tra capriole e sorrisi, si sono dimostrati i più energici e simpatici tra tutti gli aikidoisti. L’Aikido che viene rivolto ai bambini di questa età è un ‘Aikido propedeutico’ all’Aikido vero e proprio, proposto in forma di gioco e basato su tecniche di concentrazione che mirano semplicemente a sviluppare la capacità di attenzione del bambino in età prescolare e la conoscenza dello spazio e del come ci si muove in esso, attraverso il gioco e la relazione con il Maestro ed i compagni. Il Maestro Roberto Vidimari, infatti, dedica particolare attenzione allo sviluppo dell’insegnamento ai bambini in questa fascia di età, tenendo due corsi a loro rivolti, (a Tovo e a Finale) e collaborando con diverse scuole dell’Infanzia del territorio.

 

 

Tornando all’Embukai, per i bambini che praticano Aikido, arte marziale non agonistica che non prevede né gare, né spirito di competizione di nessun genere, (così come il momento degli esami), essa rappresenta un’occasione per confrontarsi e poter dare dimostrazione di quanto acquisito, oltre che un momento di grande emozione per i più piccoli e non solo. Importante infatti è stata l’impronta data dal Maestro Vidimari all’Embukai che ha voluto mostrare al pubblico quella che è la progressione e la crescita dell’Aikidoista nel dojo: proprio per questo la scelta è stata quella di cominciare con l’attività propedeutica fatta dai piccolini, per poi passare ai bambini ed ai ragazzi, agli adulti ed infine ai Maestri.

 

Ed in questa bella giornata aikidoistika, non meno importante è stato anche il momento conviviale del pranzo, tutti insieme bambini, ragazzi e Maestri e la merenda al termine della lezione pomeridiana, condivisa anche con i famigliari e gli amici venuti a vedere i ragazzi, organizzata dal Maestro Vidimari con bibite, frutta e focaccia, per non parlare delle pizze e delle buonissime torte preparate dai genitori dei bambini. Un altro momento prezioso di condivisione.

 

E per ultimo, ma non meno importante, ci teniamo a citare la davvero apprezzata e gradita, nonché onorevole partecipazione numerosa degli allievi del dojo Aikikai Imperia e dei loro bravissimi istruttori e Maestri che si sono messi in gioco accogliendo con entusiasmo e attenzione tutte le proposte del Maestro Vidimari. Si è trattato per tutti noi di una meravigliosa esperienza di scambio e amicizia, che ha decisamente arricchito questa giornata luminosa, nonostante la pioggia, perché fare Aikido è fare crescere “il sole” (concedeteci la licenza), l’energia positiva che hai dentro, e che siamo certi abbia arricchito davvero anche la giornata di tutti i nostri ragazzi, che hanno potuto incontrare altri allievi e nuovi amici oltre che aver commosso il nostro Maestro.

 

A questo punto il desiderio e l’auspicio per il prossimo futuro è quello di poter programmare per i bambini ed i ragazzi altri incontri di questo genere e di poter presto ricambiare la visita agli istruttori e ai giovani aikidoka del dojo di Imperia. Questo perché come ci raccontano i Maestri del dojo di Imperia, come dice il loro Responsabile, il Maestro Carlo Raineri, membro della Direzione Didattica dell’Aikikai, “l’Aikido bisogna provarlo, non spiegarlo”.

 

E allora è proprio questo l’obiettivo che vogliamo darci nel breve termine: sentiamo che è giunto il momento di organizzare per davvero costruttivi e numerosi incontri, lezioni e stage, occasioni di scambio, crescita e divertimento per i nostri piccoli e giovani Aikidoka, continuando a proporre e a diffondere l’Aikido anche a partire dalle scuole. Proprio in quest’ottica nei prossimi giorni saremo lieti di andare a trovare nel suo dojo il Maestro Roberto Bulzomì di Vallecrosia, (ed i suoi allievi), venuto recentemente a tenere una bellissima ed interessante lezione nel nostro Dojo di Tovo.

 

Scherma: Grand Prix Kinder +Sport Under 14 - 2^ Prova Nazionale di spada a Caserta

 

LA SPADA DI ENEA BRUZZONE DELLA SCUOLA DI SCHERMA LEON PANCALDO, SEZIONE DELLA POLISPORTIVA DEL FINALE, CONQUISTA CON UN BRONZO.

 

Caserta, sono andate in archivio anche le giornate di gare al Golden Tulip di Caserta della Seconda prova nazionale del Gran Prix "Kinder +Sport" di spada maschile e femminile under14.
Nella terza ed ultima gara di giornata, quella riservata ai Maschietti di spada maschile, Riccardo Magni del Circolo Schermistico Forlivese grazie al successo per 5-4 in semifinale contro Enea Bruzzone della Leon Pancaldo, ha poi vinto la finale con lo stesso punteggio contro Nicolò Sonnessa del Circolo della Spada Cervia.
Enea Bruzzone ha combattuto magnificamente e coraggiosamente tutte le dirette, pensando che si era classificato 6° dopo la fase a gironi su 120 atleti partecipanti, il suo cammino durante la gara è stato ottimo pensando che ha saltato la prima diretta e vincendo rispettivamente tutte le dirette per accedere alla semifinale poi persa per una stoccata, ecco il suo percorso , per i 64° ha vinto 10/6, per i 32° ha vinto 10/2, per i 16° ha vinto 10/6,per gli 8° ha vinto 10/4, perdendo solamente la semifinale 5/4 contro chi ha vinto la manifestazione.

 

Alla prova hanno anche partecipato BRAGATO LETIZIA nella categoria giovanissime, che si è classificata 45° su 110 partecipanti e CAVALERI MARSON BEATRICE nella categoria allieve che si è classificata 20^ su 102 partecipanti.

 

 

Nella prima foto BRUZZONE ENEA con LUISA MILANOLI, Campionessa a squadre con vittorie a livello italiano ed internazionale; nella seconda, Bruzzone Enea con il Maestro SERGIO NASONI.

Kettlebell: gli atleti finalesi convocati al Mondiale Ireland 2019

 

Sono arrivate le convocazioni ai Mondiali WKSF, World Kettelbell Sport Championships che si svolgeranno dal 24 al 26 maggio prossimi in Irlanda.
Sono cinque gli atleti della sezione Only Kettlebell della Polisportiva del Finale convocati:

 

- Christian Borghello
- Samuele Ferro
- Alice Colella

 

nella categoria Elite e:

 

- Debora De Lima Barbosa
- Daniela Messina

negli amatori.

 

Christian Borghello gareggerà nella competizione di Long Cycle (Slancio Completo), categoria Elite, 32 + 32 Kg e Alice Colella nella competizione di Biathlon, sempre categoria Elite, 20 + 20 Kg.

 

Invece, Debora De Lima Barbosa affronterà la gara di Long Cycle, categoria Amatori, 16 + 16 Kg, mentre Daniela Messina affronterà lo Snatch, sempre nella categoria Amatori, 16 Kg.

 

Purtroppo Samuele Ferro non potrà partecipare a causa di un infortunio.

 

La Polisportiva del Finale promuove "La fortezza del Benessere"

 

La Polisportiva del Finale sempre più attenta al benessere ed al proprio territorio si fa promotrice dell’evento “Fortezza del Benessere” 2019, rassegna organizzata dall'Insegnante di Educazione Fisica Pier Firpo e dalla Responsabile del Forte San Giovanni Lucia Muscari, Venerdì 21, Sabato 22 e Domenica 23 Giugno, nella splendida cornice finalborghese di Forte San Giovanni.

Di cosa si tratta: 

“LA FORTEZZA DEL BENESSERE”, è una Rassegna del Tempo Libero, Qualità della Vita e del benessere, che presenta un ricco programma composto da workshop, dimostrazioni, conferenze, masterclass ed altre proposte che fanno capo ai bisogni dell'uomo contemporaneo di prendersi cura di sè, per uno sviluppo armonico di mente, corpo e spirito.

Protagonisti dell’evento saranno medici dello sport, fisiatri, fisioterapisti, osteopati, psicologi, operatori di riflessologia plantare, massaggiatori, massaggiatori Shiatsu , nutrizionisti, naturopati, insegnanti di yoga, pilates e fitness, insegnanti di chi cong ed altri operatori del benessere.

Gli istruttori di alcune sezioni della nostra Polisportiva, attente al benessere, nel tardo pomeriggio della giornata di Sabato 22 Giugno, terranno alcune lezioni dimostrative di quella che è la loro pratica.

L’obiettivo è presentare percorsi di salute e benessere fisico, psichico ed emotivo in luoghi gradevoli e adatti a favorire l’incontro con se stessi.

 

Perchè la Polisportiva:

 

nata nel 1996 in Finale Ligure, con lo scopo di sostenere, organizzare, e promuovere lo sport a livello agonistico e sociale e stimolare la partecipazione e la collaborazione di tutti gli abitanti del finalese e dintorni, la Polisportiva, coordina le numerose sezioni sportive che ne fanno parte:

 

-       Volley Team Finale;

-       Finale Basket Club;

-       Parapendio A.S.D. Finale Volo;

-       Scuola di Aikido Finale Ligure e Tovo San Giacomo;

-       Scuola di Kung Fu;

-       Scuola di scherma Leon Pancaldo;

-       Pallatamburello;

-       Under99 Volley;

-       Only Kettlebell;

 

collabora, sempre con una comunanza di intenti, strategie e progetti comuni, con tutti i suoi settori:

 

-       A.P.S. Garisti 93 (settore di Pesca Sportiva);

-       Arcieri del Finale;

-       Atletica Run Finale Ligure;

-       Riviera Aquila Baseball Softball;

-       A.S.D. Arte Ginnastica (settore di Ginnastica Ritmica);

-       A.S.D. Dragonfly Dance;

-       Infinity Outdoor RxM A.S.D. (settore di Mountain Bike);

-       A.S.D. Trailrunners;

 

 promuove attività a carattere sociale e culturale come:

 

-       Ginnastica dolce per anziani;

-       Stretching;

-       Progetto UNO SPORT A SCUOLA con le scuole di ogni ordine e grado del Finalese per l’attività motoria e di educazione fisica e sportiva ;

-       ed un Camp Estivo in Lingua Inglese, collaborando con le attività della Lega Navale;

 

gestisce gli impianti sportivi comunali, ottimizzandone l'uso, mediante una convenzione con l'Amministrazione Comunale, con la quale esiste da sempre un dialogo positivo.

 

Considerato il forte legame con il finalese, la Polisportiva del Finale, quest’anno è lieta di farsi promotrice e partecipare con alcune delle sue sezioni ad un’iniziativa che offrirà tante diverse proposte legate al miglioramento della qualità della vita e del proprio benessere psicofisico, passando anche attraverso lo sport e pur senza dimenticare, ma anzi valorizzando, la bellezza naturale e storico-culturale del nostro territorio.

Volley U14F - CAMPIONI TERRITORIALI 2018/2019

 

 

 

Il 31 marzo 2019 è una data che resterà scolpita nella storia del Volley Team Finale, sezione della Polisportiva e soprattutto nel cuore delle ragazze, degli allenatori, dei dirigenti e dei genitori che hanno vissuto questa intensa e stupenda giornata.

 

Le ragazze di coach Casanova, nell’occasione supportato in panchina da Davide Bruzzo, hanno veramente compiuto un’impresa attesa dimostrando di voler portare a casa questo “scudetto”. Un cammino iniziato lo scorso anno in Under 13 e (che ci aveva visto fuori dalla final four) proseguito per tutta la stagione sotto gli occhi attenti dello staff tecnico; il 2^ posto nel Memorial Alessia Berruti disputato ad ottobre ci aveva fatto capire che si stava lavorando nel verso giusto. Un campionato con un ruolino di marcia praticamente perfetto, una fase di semifinale vinta con grande convinzione e tutti pronti per questa giornata dove Giovanni Vaccaro de “Il Secolo XIX” ci dichiarava come favoriti e dove le avversarie erano pronte a farci lo sgambetto. Una final four a cui accedevano il VBC Savona, Il Maremola (già incontrato durante il campionato) ed il Casco Shop Sanremo.

 

La semifinale del mattino contro il VBC Savona ci vedeva partire molto in sordina, sarà forse il cambio dell’ora, sarà l’emozione, ma le ragazze lasciavano il primo set alle avversarie con un netto 19/25. Durante il cambio campo la fiducia, la tranquillità e le motivazioni trasmesse dai coach facevano il loro effetto, partenza subito decisa e set mai in discussione nonostante un recupero delle avversarie nella fase finale: 25/18 e si riparte dall’1/1. Il terzo e quarto set mostrano un gruppo molto determinato, le ragazze in campo sono molto attente su tutto, le ragazze in panchina non smettono un secondo di incitarle: 25/18 e 25/22 sono i punteggi che ci qualificano per la finalissima e che ci garantiscono l’accesso alla fase regionale.

 

Arriva poi il momento dei genitori e dello staff: un’area pic-nic viene allestita al di fuori del Palazzetto di Diano, un gruppone con genitori e tifosi che si divertono insieme alle ragazze e le accompagnano con tranquillità e decisione alla finalissima. E qui il capolavoro: Berruti & C. entrano in campo consapevoli di avere di fronte una squadra molto forte ma consapevoli anche di aver una grande voglia di portare a casa questo scudetto che mancava in Società da parecchi anni. Una partita praticamente perfetta, Anna in regia non sbagliava nulla, Giada dimostrava tutte le sue qualità e metteva a terra una quantità impressionante di palloni, Giorgia dietro prendeva qualunque palla le potesse arrivare vicino e portava a casa molti punti nel momento in cui era chiamata in prima linea, Ludo Cala e Paola erano sempre pronte, sia a difendere che soprattutto a sporcare a muro ogni pallone ed in battuta, Ludo Corna, la più piccola del gruppo mostrava , carattere, qualità, doti tecniche e determinazione, Natalia, Greta, Chiara, Sara, Saretta ed Alessia dalla panchina non smettevano un istante di incitare le compagne e di supportare il caloroso tifo dei genitori, dei tifosi e dello staff; i coach non sbagliavano un consiglio, l’emozione di Andrea alla sua prima finale veniva compensato dall’esperienza di Davide e dal supporto di Barbara: 25/20 25/21 e 25/18, un punteggio che dimostra come in questa partita le ragazze hanno compiuto il loro capoolavoro. E ora prepariamoci al concentramento di semifinale regionale che si disputerà al Palasport Alessia Berruti domenica 14 aprile.

 


Questo il gruppo: Anna Berruti (K), Giada Cattaneo, Giorgia Perata, Ludovica Calandriello, Paola Castellino, Ludovica Corna, Chiara Angeleri, Sara Robatto, Greta Dicati, Natalia Chiarelli, Alessia Benini, Sara Delbalzo, Andrea Casanova (1^ all), Davide Bruzzo (2^ all), Barbara Vignati (dir).

 

 

Copyright © 2007 - 2019.
Polisportiva del Finale ASD - Tel/Fax 019.4508237 - C.F./P.IVA 00954260097