Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

 

 

Meteo

News

Aikido, la nuova parola d’ordine per poterlo insegnare è RESILIENZA

Resilienza.

 

Capacità di un materiale di assorbire un urto senza rompersi.

 

Capacità di un individuo di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà.

 

Capacità di far fronte in maniera positiva, energica, vitale ad una perturbazione, in modo da poter continuare a svolgere quanto previsto anche in situazioni impreviste. Si tratta insomma di una capacità di affrontare il cambiamento e proseguire il proprio cammino.

 

 

Perché queste definizioni? Perché è con questa nuova parola d’ordine che la SCUOLA AIKIDO DI FINALE LIGURE, TOVO SAN GIACOMO E VILLANOVA D’ALBENGA ha deciso di affrontare attivamente la pandemia!

Come i veri samurai d’un tempo, i nostri Aikidoka, sotto la guida dei loro due Maestri non si arrendono.

 

Si, perché l’essere un vero Maestro di Aikido, è un qualcosa di più profondo dell’essere semplicemente un istruttore che insegna un’attività motoria. Si tratta di un ruolo che va oltre la pratica sportiva. Il Maestro, nelle discipline orientali, è una vera e propria guida per l’allievo che lo segue, un modello cui ispirarsi ed aspirare, nella pratica e nella vita: dal punto di vista tecnico e per i valori che insegna, e tra questi in primis nell’Aikido, il rispetto per gli altri, per l’universo, ma anche per sè stessi.

 

Per questo i Responsabili di Dojo della Polisportiva del Finale, il Maestro Giampaolo Cenisio e il Maestro Roberto Vidimari, stanno proseguendo nonostante tutto, con la solita grande energia, la loro attività. certo le modalità di insegnamento, al momento attuale sono cambiate molto rispetto a quelle tradizionali: le lezioni avvengono a distanza, via webcam, tramite piattaforme digitali, e in uno sport che dovrebbe essere di contatto e in cui sono fondamentali lo SGUARDO e l’EMPATIA, questo può apparire un limite insormontabile, ma in realtà non è altro per l’Aikidoka o il Samurai che un altro ostacolo da affrontare. E come ben sa l’Aikidoka, non è la volontà dello scontro a determinare la vittoria o la riuscita dell’impresa, ma è la capacità di trasformare l’attacco ricevuto in un energia nuova positiva, energica, vitale che trasforma e termina il conflitto. Del resto l’attacco, non è altro che una forma d’urto che con l’Aikido si impara a evitare, accogliere, trasformare.

 

 

 

Ci racconta Silvia Puppo, della Scuola Aikido della Polisportiva del finale: “il Maestro Giampaolo Cenisio sta tenendo le lezioni per i bambini ed i ragazzi dei suoi dojo di Finale Ligure e Villanova d’Albenga sulla piattaforma Zoom. Ha scelto di improntare la pratica sull’uso del Jo, il bastone, una delle tre armi previste dalla pratica dell’Aikido. Lo studio delle armi, infatti richiede molto lavoro individuale e pertanto ben si presta a questa situazione. Il Maestro Cenisio ha fatto in modo che tutti i suoi allievi abbiano avuto un Jo con cui allenarsi a casa. Dagli esercizi con le armi, nascono molte tecniche dell’Aikido. Il maestro Roberto Vidimari, invece, propone esercizi fisici preparatori all’attività dell’Aikido. La pratica dell’Aikido, infatti richiede anche tutta una preparazione atletica, di respirazione e meditazione, necessaria per migliorare la postura e la respirazione, evitare il danno fisico durante le tecniche e le cadute e favorire la concentrazione. Anche questo si presta molto bene alla situazione attuale, perché per poter fare questi esercizi, bastano poco spazio e un tappetino o una coperta da poggiare sul pavimento. Le lezioni del maestro Roberto Vidimari, avvengono in videochiamata tramite l’uso di GoogleDuo, in modo che i bambini possano interagire anche tra loro ed essere messi alla prova, mostrando a turno ai propri compagni, l’esercizio che il Maestro ha appena mostrato”.

 

“Siamo molto contenti della risposta dei ragazzi, in questa seconda fase dell’emergenza sanitaria”, continua Silvia Puppo, “perché se ad aprile la partecipazione dei bambini era stata più ridotta, adesso che sappiamo meglio come affrontarla e che non si tratta di pochi giorni, i bambini, i ragazzi e le loro famiglie hanno compreso l’importanza dello stare insieme e dell’andare avanti insieme, soprattutto quando la situazione è difficile. Ora partecipano sempre quasi tutti alle videolezioni e alle chiamate, i nostri bambini entrano nelle nostre case attraverso il pc, e noi con il pc, lo smartphone o il tablet entriamo nelle loro. Adesso, è diventato quasi abituale, prima dell’inizio e dopo la fine di ogni lezione, veder comparire sulla webcam qualche mamma, i fratellini dei nostri atleti, o vedere un papà rientrare dal lavoro e il bambino che lo abbraccia, e poi magari alla fine anche il papà viene a salutarci. Le famiglie ci hanno piano piano letteralmente accolto nelle loro case. Ci commuove e rende felici la grande dimostrazione di gratitudine e affetto che stiamo ricevendo attraverso questa esperienza”.

Detto ciò, la Scuola Aikido della Polisportiva del Finale, ovviamente non vede l’ora di poter ritornare alle lezioni classiche, “in presenza”, come ormai si tende a chiamarle in gergo, di ritrovarsi nei suoi dojo, e con tutti i suoi bambini e ragazzi. Perché siamo ben consapevoli che per crescere nella nostra pratica sia assolutamente necessaria e principale la pratica di contatto, e l’esercizio in gruppi o a coppie. Con questo racconto però ci piacerebbe che emergesse, anche dinnanzi alle istituzioni, l’altra faccia dell’arte marziale: le arti marziali, infatti prima che marziali sono arti, e prevedono tutta una parte di allenamento individuale che potrebbe è assolutamente fattibile pur individualmente e distanziati. (vedi foto di una delle ultime lezioni in presenza e distanziati).

 

 

 

Tra l’altro, ci dicono i Maestri Vidimari e Cenisio, “la nostra scuola appartiene ad una grande realtà, la Polisportiva del Finale che in questo anno 2020, nel periodo estivo, ha fatto e strafatto, per mettere in regola tutti gli impianti sportivi, secondo la nuova normativa di contrasto al Coronavirus, con grande sforzo organizzativo ed anche economico”. Proseguono:

 

“Gli spazi sono ampi e facilmente arieggiabili, con entrate ed uscite distinte, ed è stato predisposto un severo protocollo per la regolamentazione dell’attività, più severo e stringente di quelli scolastici, con pulizie e sanificazioni continue, misurazione della febbre, gestione delle presenze e autocertificazioni, presenza di gel disinfettanti, guanti e mascherine a disposizione, eccetera, per cui riteniamo che, all’interno di queste strutture, attraverso la collaborazione di tutti, (a partire dai ragazzi, che devono rispettare le regole e che hanno dimostrato di saperlo fare, dalle famiglie che devono vigilare con attenzione sulla salute ed il comportamento dei loro figli, ed in primis noi come Maestri, istruttori, dirigenti, che conosciamo e dobbiamo garantire il rispetto di regole e normative), possiamo proporre ai ragazzi uno sport sicuro. E ricordiamolo l’attività motoria è importantissima durante la crescita, per il corretto sviluppo del benessere psico-motorio di bambini e adolescenti”.

 

Foto 1: Aikido nel dojo di Ranzo, estate 2019;

Foto 2: foto tratta dal video "Aikido a casa" realizzato per i ragazzi dal Maestro Giampaolo Cenisio con suo figlio Edoardo, nella primavera 2020 durante il lockdown;

Foto 3: lezioni in videochiamata, che sta tenendo 2 volte a settimana il Maestro Roberto Vidimari in questo periodo;

Foto 4: una delle ultime lezioni in presenza tenute a Tovo dal Maestro Vidimari prima dell'ultima chiusura.

Corso di Pilates Online con Laura Vico - una proposta della Polisportiva del Finale per ridurre lo stress e perdere peso, anche da casa!

Tre volte a settimana le lezioni web di Laura Vico, impegnano per ora già una quindicina di donne dai 17 ai 56 anni.

Grazie per l'articolo a Silvia Andreetto del Secolo XIX!!!!!!

La scelta del VT Finale: “Prime squadre in campo, lavoriamo per far riprendere le giovanili"

Alcune attività della Polisportiva del Finale A.S.D., grazie al grande lavoro fatto per la messa a norma degli impianti sportivi e al rispetto dei protocolli Covid riescono a proseguire!!!

 

Per quanto riguarda il Volley Team Finale, per la squadra che militerà in Serie C femminile, è conferma in blocco delle giocatrici dello scorso anno.

 

 

Le prime squadre del VT Finale proseguono gli allenamenti mentre al momento è stata interrotta l’attività del settore giovanile. “La società ha messo a norma tutte le strutture – commenta il coach della C femminile Luca Bruzzo – e quindi possiamo allenarci in sicurezza, stesso discorso per la prima squadra maschile. Stiamo poi pensando a come far ripartire le giovanili”.

  

La squadra femminile del VT Finale ha monopolizzato il torneo di serie D lo scorso anno ed è stata giustamente promossa in Serie C. La squadra, fino allo stop, aveva perso soltanto una gara e sarebbe stata oggettivamente una beffa non ritrovarsi nella categoria superiore. Per affrontare il campionato, che dovrebbe iniziare con l’anno nuovo, la società ha deciso di dare grande fiducia al gruppo che ha così ben figurato nella stagione 2019/2020 confermandolo in toto e aggiungendo soltanto il martello Silvia Bosco, giocatrice che già in passato ha vestito i colori del club finalese.

 
“L’obiettivo della società – aggiunge Bruzzo – è mantenere la categoria. Sappiamo che non sarà facile ma la squadra ha dei valori, sarà importante migliorare alcuni aspetti di gioco fondamentali per la categoria”.
 
 
https://www.ivg.it/2020/11/la-scelta-del-vt-finale-prime-squadre-in-campo-lavoriamo-per-far-riprendere-le-giovanili/?fbclid=IwAR13_UHZSP-Dz02fXnsFLT5RDP4MQfSL5lHY4QPyOSCKVRjLTVkYDeEIs5U
 

Le Perle Nere di Giuele ai campionati italiani di Ornago

Da SVsport.it

Volteggio equestre, Francesca Costantino e Vittoria De Sciora protagoniste ai campionati italiani di Ornago

 

Applausi per le atlete dell'Ads Le Perle Nere di Giuele di Finale Ligure: De Sciora nona nella categoria 1 stella Junior, mentre Costantino ha conquistato il titolo italiano nella categoria 1 Stella Children

Si sono svolti lo scorso weekend, 9-10-11 ottobre i campionati italiani di volteggio equestre presso le scuderie Malaspina di Ornago (Mb).

Prima gara dell'anno, dopo il blocco imposto dalla federazione in seguito all'esplosione dell'epidemia Covid-19: è stata l'occasione per vari atleti di ritrovarsi e riassaporare il gusto della gara dopo molti mesi di inattività.

Le uniche due atlete liguri presenti erano Vittoria De Sciora (2005) e Francesca Costantino (2007), tesserate nella Ads Le Perle Nere di Giuele di Finale Ligure, già vincitrici per due anni consecutivi della categoria D a squadre del titolo nazionale.

Le due atlete si sono cimentate quest'anno nella gara individuale, la De Sciora nella categoria 1 stella Junior, classificandosi al nono posto, mentre la Costantino nella 1 Stella Children, piazzandosi prima, conquistando così il titolo italiano di categoria.

Molta soddisfazione da parte della società di appartenza che ancora una volta porta atleti a piazzarsi ad alti livelli nei campionati nazionali e internazionali.

 

 

 

 

 

Corso di Pilates

La Polisportiva del Finale è lieta di annunciare l'inizio di un nuovo corso di Pilates che si terrà presso la palestra comunale di Tovo San Giacomo lunedì, mercoledì e venerdì dalle 19.15 alle 20.15.

 

Abbiamo chiesto a Laura di presentarsi:

 

"Mi presento ... sono Laura e il corso si chiama proprio...

 

CORSO DI PILATES CON LAURA:


Classe 1970, già a sei anni avevo deciso che da grande avrei insegnato "ginnastica". Per andare a scuola passavo tutte le mattine davanti all'Isef di Torino, mia città natale, negli anni 89/93 ho poi realizzato il mio sogno. Per me tutto ciò che riguarda il "movimento" è una passione che mi permette anche di stare a contatto con le persone cosa che amo molto.
Tra il 93 fino a oggi ho frequentato corsi di AEROBICA.. STEP... GINNASTICA PER LA TERZA ETÀ... CORSI DI AGGIORNAMENTO DI PILATES E GINNASTICA POSTURALE e negli anni novanta ho iniziato a insegnare sia fitness che ginnastica correttiva, dolce a corpo libero con un unico motto che mi spronava: LA GINNASTICA FA BENE SE FATTA BENE.
Nel 1997 mio marito ed io, con i nostri primi due figli, ci siamo trasferiti in Liguria dove ho proseguito saltuariamente a insegnare dedicandomi alla famiglia. In Liguria è poi nata la nostra terza figlia.
Dal 2013 ho ripreso a insegnare e in questi ultimi sette anni non ho più smesso.
Con il lockdown ho aperto una pagina privata su fb che mi ha permesso di mantenere i contatti con le allieve della palestra dove lavoravo e dandomi nuovamente la possibilità di ritornare ad un antico amore, la ginnastica a corpo libero che oggi viene praticata anche attraverso il Pilates.

Joseph Pilates diceva: "In dieci sedute si sente la differenza, in venti la si vede e in trenta si ottiene un corpo totalmente nuovo".

Un corso di Pilates è la scelta migliore per chi vuole raggiungere ottimi risultati psico-fisici, risolvere problemi di schiena, migliorare la postura o perdere peso 

 

I benefici del Pilates
- rende il fisico più forte e flessibile
- allunga e tonifica la muscolatura concentrandosi sui muscoli addominali profondi (power house)
- migliora l'equilibrio e la percezione del corpo
- previene e rimuove le somatizzazioni dello stress
- migliora la postura, la gestione del corpo e del tono muscolare nella vità quotidiana
- aiuta nella riabilitazione post-traumatica


I risultati sono visibili già nelle prime settimane di pratica.


Nel mese di ottobre avremo modo di conoscere le basi del metodo attraverso lezioni 'total body" che mi daranno la possibilità di conoscere da vicino le caratteristiche individuali delle allieve e di dare modo, invece, alle allieve di un "remise en forme" post estate.
Da novembre le tre lezioni (lun - mer - ven 19.15-20.15) verranno differenziate:


LUNEDI Cardio flow pilates
MERCOLEDI Tonic pilates
VENERDI Postural pilates


CARDIO FLOW PILATES

E’ un metodo che permette di aumentare il metabolismo basale perché molto più dinamico e faticoso rispetto ad una classe convenzionale di Pilates.
Infatti lavorando su piccole coreografie eseguite ad una velocità media abbiamo una maggiore fluidificazione del sangue, una respirazione più intensa con conseguente aumento del battito cardiaco mantenuto in un preciso range, creando un corpo più longilineo e tonificato, con gambe snelle e addominali piatti.

 

TONIC PILATES


Utilizzando i cardini base del pilates si andranno a stimolare i distretti muscolari con l'ausilio di piccoli attrezzi (elastici... pesetti... fitball... circle) per dare modo ai muscoli di tonificarsi non solo con l'utilizzo del peso del nostro corpo. La lezione sarà suddivisa in un riscaldamento in stazione eretta ... una fase centrale dove verranno utilizzati i piccoli attrezzi sia in stazione eretta che a terra ... seguirà una fase di defaticamento.

 

POSTURAL PILATES


Il postural pilates solitamente consiste in un allenamento di tipo matwork, il che significa che si
andranno ad eseguire gli esercizi su un materassino e prevalentemente a corpo libero. Questo
metodo è il frutto di un preciso studio che consiste appunto nel bilanciare le due categorie di
pilates e ginnastica posturale in modo da ricavare il meglio da entrambe e renderle fruibili ad un
numero consistente di persone.
Ci darà modo di chiudere la settimana in modalità "rilassamento attraverso il movimento" .

 

  

Tra le mie passioni, sempre nell'ambito del "MOVIMENTO", c'è la CORSA. Dal 2006 mi sono avvicinata a questa disciplina che con il passare degli anni è diventata parte integrante della mia vita.

 

 

Ho iniziato con allenamenti da "tapasciona" poi nel 2012 mi sono iscritta alla mia prima mezza maratona (21,195 km) ...
Da lì non mi sono più fermata e ho partecipato ad altre 6 mezze maratone tra il 2012 e il 2019.
Nel 2014 mi sono iscritta alla prima 42,095 km per poi partecipare ad altre quattro manifestazioni:
2014 Torino
2015 Torino
2017 Roma
2018 Roma
Finta la mia prima 42 km nel 2014 ho risposto a mio marito che "ora sono pronta per la mia prima 100 km. "
Cosi è stato. Nel 2016 il mio primo PASSATORE. 100 km da Firenze a Faenza!! NON HO PAROLE PER DESCRIVERE LE EMOZIONI CHE HO PROVATO IN QUELLA PRIMA EDIZIONE E NELLE DUE SUCCESSIVE 2017/2018.
La corsa mi ha dato tanto. Mi ha insegnato che non ho limiti se voglio e che sono forte più di quanto avessi mai immaginato.

 


COSA DIRVI ANCORA ... VI ASPETTO NUMEROSI AI MIEI CORSI PERCHE' COME DICO SEMPRE IL MOVIMENTO È BELLO SE FATTO BENE E TUTTE INSIEME APPASSIONATAMENTE 

 

Il corso si svolge presso 

Palestra Comunale Tovo S. Giacomo Via Accame Tovo San Giacomo

Lunedì Mercoledì Venerdì dalle 19.15 alle 20.15

Per informazioni 3403916283

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Copyright © 2007 - 2020.
Polisportiva del Finale ASD - Tel/Fax 019.4508237 - C.F./P.IVA 00954260097