Meteo

Partners

News

Baseball: i Cubs Under 12 vincono e passano in testa al campionato

 

Finale Ligure. Vittoria dei “piccoli” Cubs al campo Viola contro i pari età della Cairese, in un match emozionante e spettacolare, che ha visto i giocatori locali, ben guidati dai coach Luciano Pescarolo e Marianna Battaglieri, prevalere per 10 a 0.

I Cubs l’hanno spuntata per le maiuscole prestazioni non solo dei lanciatori Cesar Isetta e Davide Calcagno, ma anche di Matteo Mascarino, Fabio Solimini, Davide Fiaschi e Benedetto Fiaschi, autori di numerose eliminazioni nel campo interno, e dell’esterno bengalese Amad Hossain, già giocatore di cricket.

 

In battuta anche le mazze diMatteo Giusto, dei fratelli Matteo Gallo e Alberto Gallo, diLeonardo Breme, Thomas Punturieri, Vincent Iollo, Emanuele Marchi hanno permesso ai corridori sulle basi di superare l’ostica difesa della Cairese e di andare a punto.

Una prestazione da incorniciare – dice Luca Battaglieri, presidente della società finalese – anche se, va detto onestamente, il risultato è bugiardo per i valbormidesi, che hanno giocato molto bene, specie nei primi inning, dove il margine tra le due squadre è stato veramente modesto“.

La squadra dei Cubs è frutto della singolare unione di due componenti, quella di Albissola Marina, dove i ragazzi del luogo da anni si allenano su un prato del parco della Villa Faraggiana, gentilmente concesso dalla Albezzano srl dopo l’esproprio del vecchio Cameli da parte del Comune, e quella di Finale Ligure, dove i finalesi praticano al campo Viola, da poco adibito al baseball grazie alla sensibilità sportiva dell’amministrazione comunale.

 

I ragazzi di Finale e di Albissola si ritrovano solo in occasione delle partite e delle sedute di allenamento “comuni”, ma ciò non impedisce loro di giocare in armonia e in amicizia in un’unica vera squadra, riuscendo ad ottenere anche buoni risultati.

I Cubs giocheranno nuovamente al Viola di Finale Ligure contro il Sanremo domenica 17 giugno alle ore 10.

Aikido molto più che arte marziale: sport, meditazione e autocoscienza - la scuola di Finale e Tovo al raduno nazionale a Torino!

 

Lo scorso maggio, la scuola di Aikido di Finale Ligure e Tovo San Giacomo, sezione della Polisportiva del Finale, ha partecipato a Torino al KINENSAI, il raduno nazionale organizzato per celebrare i 40 anni dell'Associazione Nazionale AIKIKAI d'iTALIA, diretta dal Maestro Hiroshi Tada 9° dan di Aikido e diretto allievo del Maestro Morihei Ueshiba, fondatore di questa arte.

 

La novità di questo raduno nazionale è stata quella di PUNTARE I RIFLETTORI in particolare SUI BAMBINI E SUI RAGAZZI. I Maestri della Scuola di Aikido della Polisportiva del Finale Giampaolo Cenisio, 5° dan, responsabile del dojo di Finale Ligure, AIKI DOJO e del dojo SHIN JI TAI di Villanova d'Albenga, ed il Maestro Roberto Vidimari, 3° dan, responsabile del dojo SHIN KEN di Tovo San Giacomo, hanno tenuto durante l' evento alcune lezioni ai bambini di tutte le associazioni che hanno partecipato: nel capoluogo piemontese, si sono riuniti infatti, gli atleti decine di dojo del nord Italia.

 

Una ventina i ragazzi della Polisportiva del Finale che hanno partecipato all'evento.

 

"La nostra scuola di Aikido ha cercato di mantenere come indicato dal nostro Direttore Didattico Hiroshi Tada, una valenza tradizionale, meno legata alla competizione e più orientata alla crescita personale, che si esprime attraverso il continuo lavoro di perfezionamento del gesto, e che mira ad esprimere sensibilità, armonia e forza dinamica" dice il Maestro Cenisio.

Il 25 maggio a Finale Ligure e il 5 giugno a Tovo San Giacomo si sono tenuti gli esami per il passaggio di grado e cintura dei bambini e ragazzi, mentre domenica 27 maggio a seguito dello stage organizzato dal Maestro Cenisio nel dojo di Finale, è stata la volta dei ragazzi più grandi, (dalla cintura verde in su), e degli adulti.

 

L'ultima tappa per questo anno sportivo è lo stage che si terrà a Ranzo la prossima settimana, il 18 e il 19 giugno, tenuto dai Maestri Cenisio e Vidimari, che offre la possibilità ai bambini ed ai ragazzi dei due dojo della scuola di condividere quanto appreso nel corso dell'anno, con intervalli dedicati a passeggiate nel verde, gioco e laboratori artistici. Si tratta dunque di un'esperienza completa per i nostri ragazzi.

 

"L'Aikido, tra l'altro, come forma d'arte può avere delle qualità che permettono l’evoluzione dell’individuo, quasi come fosse una sorta di terapia; è un’attività che permette di esprimere le emozioni, attraverso un metodo in grado di integrare gli aspetti corporei/emotivi con quelli razionali/cognitivi.
La creazione artistica dell'Aikido consiste in un’attività mirata e organizzata che come il gioco del bambino, si fonda sulla trasformazione mediante l’attività simbolica, delle emozioni in pensieri, del dato espressivo in elemento cognitivo.

 

Può essere il mezzo attraverso il quale si crea un ponte tra la realtà interna ed il mondo esterno, la creazione artistica permette di non dare risposte stereotipate, preconfezionate, ma di avere come fine ultimo lo sviluppo della creatività, per questo nell’Aikido non ci sono forme rigide, ma indicazioni di tecniche, atteggiamenti mentali e movimenti di base sui quali sviluppare le tecniche, che possono essere presso che infinite.

 

La pratica dell’Aikido può coinvolgere la persona nel prendere consapevolezze con aspetti di se anche molto profondi. Si può usare il termine aspetti inconsci, parte invisibile, introvertita o altri per definire quello che si può trovare internamente.

 

Dal punto di vista neurofisiologico possiamo associare la parte estrovertita alle strutture corticali che governano i processi consci, mentre gli aspetti “invisibili” appartengono alle strutture subcorticali che governano l’attività del sistema nervoso autonomo, le emozioni, le relazioni arcaiche e l’azione spontanea. L’uomo ha la necessità di adattarsi non solo all’ambiente, ma anche al suo mondo interiore.
Le pratiche di meditazione, visualizzazione respirazione creano un ponte tra il sistema subcorticale e quello corticale. Il ragionamento razionale ci rende coscienti, il ponte che si crea tra la parte corticale e quella subcorticale ci rende consapevoli.
Ciò è importante per favorire l’equilibrio e permettere un’espressione di se piena. Quando nell’aikido si sviluppa pienamente il Ki l’azione è fluida perché non c’è contrasto ma integrazione tra il sistema corticale e quello subcorticale, tra il conscio e l’inconscio, tra la parte visibile e quella invisibile", spiega il Maestro Cenisio.

 

Sono davvero tante quindi le ragioni per cui praticare Aikido fa bene alla mente ed al corpo.

 

Volley Team Finale Ligure, pronte le divise per il Trofeo delle Regioni

 

Finale Ligure. Mercoledì 20 giugno alle ore 18,30 in piazza San Giovanni Battista a Finalmarina, il presidente del Comitato Liguria della Federazione Italiana Pallavolo, Anna Del Vigo, alla presenza dell’assessore comunale allo sport Claudio Casanova e del sindaco di Finale Ligure Ugo Frascherelli, consegnerà agli atleti delle rappresentative regionali maschili e femminili le divise che indosseranno al prossimo Trofeo delle Regioni che si disputerà in Abruzzo dal 26 giugno all’1 luglio.

 

Le due selezioni arrivano a questo appuntamento dopo aver disputato due collegiali presso il palasport Alessia Berruti di Finale Ligure. Nella rappresentativa maschile saranno presenti tre atleti che rappresenteranno il Volley Team Finale: Fabio Toso, Giovanni Grillo e Francesco Testa, oltre alla dirigente Daria Molina che seguirà la selezione femminile.

 

Il Trofeo delle Regioni rappresenta il massimo appuntamento sportivo dell’anno e mette in evidenza i migliori giocatori e giocatrici che ci si augura nei prossimi anni possano calpestare campi di gioco di livello assoluto.

 

 

Volley: CAMPIONI TERRITORIALI Under 12 Mix

 

Volley Team Finale, arriva lo scudetto forse più inaspettato e di conseguenza ancora più bello!

Questo è il risultato del gruppo di Under 12 misto che sabato 9 giugno a Cairo Montenotte si è laureato Campione Territoriale 2017/2018 battendo in semifinale la Pallavolo Carcare maschi ed in Finale Il Mazzucchelli Sanremo.

 

Un gruppo che per la sua grossa parte ha approcciato la pallavolo sul campo a 6 quest’anno, che ha avuto una partenza non facile dettata soprattutto dall’inesperienza e che piano piano è arrivato a conquistare l’accesso alla seconda fase, anche grazie all’inserimento di alcuni importanti rinforzi.
La seconda fase ci vedeva davanti una delle squadre più forti, la Nuova San Camillo di Imperia che veniva a vincere la gara di andata in casa nostra per 2/1. Ma nel ritorno, grazie al contributo di 3 atleti molto forti, Anna, Giada e Giacomo, la nostra squadra vinceva a Imperia per 2/1, si aggiudicava il Golden Set e accedeva alla Final Four.
Sabato, pur scendendo in campo senza Anna, il palleggio titolare, il gruppo permetteva a Giada e Giacomo di fare la differenza e di farci conquistare questo splendido titolo.

 

E’ la vittoria di un gruppo, un gruppo con alcune ragazzine molto giovani che ha accettato con gioia l’ingresso di quelli più bravi e che anche da loro ha trovato gli stimoli per dare ancora di più. Ecco i nomi dei piccoli grandi atleti che guidato da Daria Molina coadiuvata da Maurizio Poggio e seguita dal dirigente Andrea Parodi ha alzato lo scudetto:
Sara Delbalzo (K anno 2008), Alessia Benini (palleggio titolare nella semifinale e nella finale – 2008), Alessandro Vero, Andrea Mirialdo, Gabriel Messina, Luca Parodi, Ludovica Corna, Atena Cardenas, Natalia Chiarelli, Samanta Dakoli, Francesco Fadda, Pietro Badano, Thea Bruzzone, Sara Robatto, Livia Folco e Alessandro Dondo.

 

Un ringraziamento va comunque fatto a tutti gli allenatori che, in questa stagione, hanno permesso a tutti gli atleti, nei vari gruppi di allenamento, di far crescere e migliorare questo gruppo fino ad arrivare a questo risultato.

Finale Basket Club, arrivata in finale e premiata dal Presidente Regionale FIP Alberto Bennati

 

Mercoledì 30 maggio è terminato il lungo e meraviglioso campionato regionale under 14 del Finale Basket Club, sezione della Polisportiva del Finale.

 

Dopo avere battuto il Rivarolo ai quarti dì finale e il Blue Sea Lavagna in semifinale i ragazzi finalesi devono affrontare ĺ'Alcione Rapallo in finale.
I cavalieri finalesi dopo aver perso nettamente a Rapallo hanno dato tutto nella gara di ritorno giocata in casa al Palasport Alessia Berruti, chiudendo i primi due quarti sopra dì due, spinti anche da un fortissimo pubblico.

 

Al rientro dall'intervallo lungo, qualcosa si inceppava e gli ospiti prendevano un vantaggio in doppia cifra; ma i nostri ragazzi finalesi non hanno mollato e hanno tentato una disperata rimonta che purtroppo non arrivava, colpa anche la stanchezza e di qualche uscita per falli.

 

Al termine comunque grande soddisfazione per la finale raggiunta e un po' di emozione nella premiazione delle due squadre da parte del Presidente Regionale FIP Alberto Bennati.

 

Complimenti ai ragazzi che hanno lavorato sodo per tutto l'anno e un grazie al pubblico festoso di Finale che al termine ha applaudito anche i rapallini meritatamente vittoriosi.
Ottimo l'arbitraggio sempre all'altezza della gara; corsa collaborazione e grinta senza particolari tatticismi alle volte pagano.
Viva la pallacanestro!!!!

Copyright © 2007 - 2018.
Polisportiva del Finale ASD - Tel/Fax 019.4508237 - C.F./P.IVA 00954260097